1408

1408

Il titolo è un enigma. 1408. Solo alla fine scopri che 14 sono le volte in cui ti vergogni al posto del regista. E 08 è l’età massima degli spettatori a cui è destinato il film.
Già a 10 minuti dall’inizio si capisce che la struttura sarà: “i fenomeni cardine che dovranno spaventare saranno legati al passato del protagonista, così il pubblico, sicuramente interessato alla sua avvincente storia, potrà far luce sulla vicenda che brama di conoscere“.
Detto in parole povere: questo film gode di qualità ontologiche escrementizie di altissimo livello.
Sconsigliato in genere.
Consigliato a chi legge Libero.

~ di giansignoremerendini su ottobre 5, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: