Vincere

Vincere

L’ultimo film di Bellocchio, premiato con l’Efebo d’oro, vede da me assegnatogli il premio “calcio nello sterno” 2009. Il trofeo “calcio nello sterno” è un onorificenza appena inventata per ricompensare quei film che a fine visione ti lasciano quella leggera sensazione di compressione della gabbia toracica con difficoltà di riespansione della pneumocassa. Proprio come l’effetto di una violenta pressione di un arto inferiore sul petto rilassato.
Bellocchio che fa cinema da più di 40 anni ha un’altissima competenza tecnica (tutta ammirabile in quest’opera), ma soffre probabilmente di un disturbo neurologico mai curato che gli impedisce di intendere il significato di “leggerezza”.
Ottimo Filippo Timi.
Bene anche Giovanna Mezzogiorno che sa recitare solo una parte: quella della squilibrata isterica. Questa volta le calzava a pennello.
Consigliato a chi vuole vedere un film capendone la metà.
Sconsigliato a chi non digerisce i film in costume.

~ di giansignoremerendini su ottobre 5, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: